Prodotti
Fa parte dell'itinerario: I Prodotti del Territorio



La fiera di S.Andrea, detta anche 'dei Pôcio'


L’ultimo sabato di novembre ha luogo la tradizionale fiera di Sant’Andrea, l’evento mercatale conclusivo di ogni anno. Istituita nel periodo marchionale, in cui avevano luogo le fiere a scansione delle stagioni, quella di Sant’Andrea risulta essere insieme alla Fiera di San Chiaffredo, patrono della città, l’ultimo retaggio di una tradizione ormai lontana.
In passato la Fiera di Sant’Andrea era la più importante a livello economico e coincideva con un importante momento dell’annata agraria: il termine dei raccolti, il ritorno dei bovini dall’alpeggio, che significavano la possibilità di commerciare e fare acquisti per la famiglia. Per il mondo agricolo era inoltre un’ottima occasione di incontro, per mangiare, bere, contrattare e anche per combinare matrimoni.
La fiera viene ancora oggi chiamata dei “pôcio”(ossia “delle nespole”), per via dei frutti autunnali dal gusto asprigno e dal colore marrone che si raccolgono in questo periodo.
…La fera dij pocio, na gran bela fera, arciama a Saluzsse la gent forestera……
(«la fiera delle nespole, una gran bella fiera, richiama a Saluzzo la gente forestiera», dalla poesia “La fera dij pocio” di Don Michele Fusero, 1977).

Eventi da non perdere


prev next

In primo piano


prev next